Archivio

In questa pagina potete trovare i risultati e brevi resoconti degli incontri disputati

Regular season Campionato Italiano III Divisione ( 9 giocatori) – 2016

 

Week 1

Wolverines Piacenza – Tigers Cremona – Domenica 21 febbraio ore 15, Piacenza Campo Sportivo “Savoia”

 

Tabellino vs.Tigers

ScreenHunter_03 Mar. 23 22.30

“Buona la prima”. La dichiarazione finale del Team Manager Daniele Mosconi la dice lunga sull’umore che correva nella formazione piacentina, dopo la vittoria sui Tigers Cremona.

“Esordio vittorioso, ma purtroppo ancora molti meccanismi sono da rodare, pochi automatismi hanno funzionato: la squadra ha però giocato con le potenzialità che ha dimostrato nel corso degli allenamenti pre campionato; sicuramente gli impegni che verranno, richiederanno maggior dedizione e sforzi da parte nostra. La lunga sosta che ci separa dalla prossima partita, ci servirà per preparare al meglio il futuro incontro, per curare più adeguatamente velocità, intensità ed esecuzione dei giochi a disposizione”. Soddisfazione quindi da parte piacentina per il risultato acquisito, ma testa ben focalizzata sul futuro del torneo, dove ogni avversario ha forze e risorse tecniche potenzialmente superiori ai biancorossoneri.

Gli avversari Tigers si sono presentati all’esordio del proprio campionato sul campo dei piacentini, dimostrando di essere una squadra con i difetti della inesperienza e che ha pagato la contropartita dell’esordio in un campionato ufficiale, ma che comunque ha fatto vedere che esistono buoni margini di miglioramento e crescita, e grande cuore anche quando il risultato era già comodamente nella cassaforte piacentina. Tanta esperienza su cui investire, e farne tesoro per il futuro del torneo.

Per i piacentini, in gran spolvero il QB Amadasi, che ha terminato la partita con 6 TD pass all’attivo, mandando in touchdown prima Chiatante con due touchdown, il primo di 22 ed il secondo di 11 yds,: fallite le due trasformazioni da parte di Gorlani che colpiva prima il palo di destra poi quello di sinistra, senza aggiungere punti al tabellino. A seguire Amoroso, td pass di 4 yds con 2 punti addizionali da parte di Bontempi, quindi Amadasi lanciava in touchdown Piedimonte per 26 yds, e Gorlani poteva mettere finalmente a segno il calcio addizionale. Risultato di 27 a 0 alla fine del primo tempo.

I Tigers si sono avvicinati alla linea di touchdown nel secondo tempo, grazie anche a qualche fallo di troppo commesso dalla difesa piacentina, che si è comunque dimostrata sempre all’altezza, controllando molto bene le corse dei grigiorossi, concedendo qualcosa in più sui lanci di Ragazzini ai propri ricevitori.

I Wolverines hanno comunque saputo capitalizzare al meglio le occasioni avute anche nel secondo tempo, macinando yards e mandando ancora a segno Tagliaferri, con l’unico touchdown della giornata su corsa di 9 yds: Gorlani trasformava ancora il calcio addizionale. A seguire anche Crotti violava la endzone cremonese ricevendo un td pass da 1 yds con trasformazione di Gorlani.

Ancora Gorlani marcava punti sul tabellino, grazie al pass di 18 yds di Amadasi e susseguente trasformazione da 2 punti sempre dello stesso Gorlani. Partita che si concludeva su questa trasformazion, per il risultato finale di 49 – 0.

Wolverines ora sono attesi da una prolungata sosta che li porterà ad incontrare i Rams Milano, guidati dall’inossidabile Paolo Crosti, formazione esordiente in Fidaf, ma di sicuro valore ed esperienza,che potrebbe dimostrarsi la migliore new entry del 2016.

 

Week 5

Wolverines Piacenza – Rams Milano – Sabato 19 Marzo ore 15, Piacenza Campo Sportivo “Savoia”

 

ScreenHunter_01 Mar. 23 22.29

ScreenHunter_02 Mar. 23 22.30

Ci sono alcune partite che, se le vinci, lasciano un senso di godimento come poche. Quella che i Wolverines hanno vinto di rimonta contro i Rams è una di quelle. Anche il più ostinato sostenitore piacentino alla fine del primo tempo non avrebbe puntato un euro su un recupero anche parziale dei padroni di casa: Rams in vantaggio 24 – 0 e assoluti padroni del campo, con i biancorossoneri annichiliti ed impotenti. Il duo meneghino Murino-Mancini durante il primo tempo ha dato spettacolo, con corse e lanci che hanno trovato i Wolverines assolutamente incapaci di una reazione che potesse modificare la gara, e che sembrava oramai messa al sicuro nella cassaforte Rams. Biancoverdi in vantaggio con corsa di Mancini non trasformata, Wolverines che tentano un field goal per recuperare ma senza esito, arieti che replicano in TD con una corsa di Mancini di 72 yd, anche questo senza trasformazione. Rams ancora a segno con Pollastri lanciato da Murino con un TD pass da 51 yd. Ospiti che finiscono il primo tempo con il risultato di 24 – 0 grazie ancora a Mancini che conclude lo show personale con la propria terza segnatura, anche questa non trasformata. Piacentini non pervenuti nel corso del primo tempo, con la difesa che ha cercato di contenere come poteva le folate avversarie, mentre l’attacco è risultato avere le polveri bagnate.

Ma, scomodando Al Pacino, “un centimetro alla volta” e “ ora siamo all’inferno e solo noi possiamo venirne fuori” i Wolverines nell’intervallo hanno fatto loro il famoso discorso di Any Given Sunday, rientrando in campo e giocando finalmente da Wolverines, con quella caparbietà, cattiveria agonistica, grinta e cuore che erano stati dimenticati negli spogliatoi durante il primo tempo e che li hanno invece sempre contraddistinti nelle passate stagioni. La difesa ha preso immediatamente le misure all’attacco avversario, bloccandone ogni velleità, riducendo al minimo le corse che erano stata l’arma in più dei Rams nel primo tempo, garantendo al proprio attacco posizioni vantaggiose dove far iniziare il drive. Attacco che da parte sua ha immediatamente cominciato a macinare yard su yard, iniziando quella rimonta vittoriosa che ha dell’incredibile, e che ha comunque evidenziato come i Wolverines siano stati all’altezza dei propri avversari, non concedendo più nulla nella ripresa, ma anzi imponendo egregiamente il proprio gioco. Difesa piacentina che conquista palla forzando un fumble dell’attacco ospite, lasciando il proprio attacco in posizione favorevole, e conseguente capitalizzazione immediata di Amadasi che lancia un TD pass di 32 yd a Chiatante, con extra point messo a segno da Gorlani, per il parziale di 7 a 24. Ancora la difesa piacentina sugli scudi, con un ulteriore fumble forzato e ricoperto da Chiari: inizio del drive piacentino da posizione ghiottissima, Amadasi replica cambiando bersaglio e mandando Fontanella in TD con un pass di 12 yd: Gorlani fallisce l’extra point ed il risultato cambia in 13 – 24.

Fase di gioco che evidenzia come tutte e due le formazioni siano in affanno, con numerosi falli da entrambe le parti che si ripetono durante il corso del terzo quarto: ultimo quarto con i Wolverines che accendono i reattori per dare conclusione positiva alla rimonta. Attacco piacentino che percorre tutto il campo concludendo il proprio drive con una breve corsa con sfondamento centrale del proprio QB Amadasi, senza esito anche questa volta la trasformazione. Risultato ora fermo sul 19-24.

Finale di partita vietato ai deboli di cuore, difesa biancorossonera sempre sugli allori negando all’attacco Rams la conclusione del drive costringendolo al punt. Palla ancora alla offense Wolverines che con il proprio QB Amadasi confeziona un TD pass di 25 yd ancora per Fontanella, seguito dalla trasformazione da 2 punti di Bontempi, concretizzando così la rimonta straordinaria della formazione di casa per il risultato di 27-24 finale. Rams comunque non sottomessi, anzi: ultimi tentativi biancoverdi per ribaltare il risultato ma difesa Wolverines che blocca ancora una volta ogni ambizione avversaria, consegnando la palla al proprio attacco, perché faccia scorrere i pochi secondi finali. Felicità incontenibile al fischio finale per la gran prova effettuata dalla franchigia piacentina. Non è comunque tutto oro quello che luccica in casa Wolverines, e di ciò i Coaches ne sono ben consapevoli: se la vittoria fa indubbiamente morale , soprattutto conquistata in questo modo eccezionale, il merito è sicuramente anche del coaching staff che non ha mai lasciato nulla di intentato nel cercare di recuperare lo svantaggio, d’altra parte ora è necessario lavorare ancora su alcuni giochi, per garantire il corretto timing delle esecuzioni. Ora ancora due settimane di fermo, per preparare lo scontro contro un’altra diretta concorrente alla testa del girone, i Gorillas Varese che verranno affrontati in trasferta, sul loro Jungle Field.

Week 6

Gorillas Varese – Wolverines Piacenza – Sabato 2 aprile ore 20,30, Varese Jungle Field “De Peverelli”

 

2016-04-08_153415

2016-04-08_153455

 

Al “De Peverelli” di Varese passano i Wolverines, espugnando il Jungle Field, mettendo una seria ipoteca sulla prima posizione nel girone F, al termine di un incontro equilibrato ma con una prestazione incolore da parte piacentina. Nella VI giornata, che vedeva opposte due pretendenti al trono della Division F, Wolverines e Gorillas hanno dato il via ad una partita spigolosa, con contatti a volte intimidatori pur sempre improntata alla reciproca correttezza , dove le rispettive difese non si sono risparmiate, impedendo ai reparti offensivi avversari di costruire gioco come sanno e devono fare. Sicuramente la offense piacentina ci ha messo del proprio per non segnare, con i ricevitori che hanno droppato per ben tre volte il pallone recapitato da Amadasi, di cui due ormai in endzone: sembrava oramai una partita destinata dopo quasi 4 quarti di sostanziale equilibrio a terminare in overtime, quando la offense piacentina ha imbroccato il drive vincente. Partita dalla propria red zone dopo un punt dei Gorillas non riportato, i piacentini schieravano la insolita coppia Ziliani – Bontempi, con l’imponente offensive lineman utilizzato come full back, ad aprire la strada al runningback titolare, che portava la offense piacentina a chiudere primi down e a portarsi a ridosso della endzone varesina, permettendo poi al proprio QB Amadasi di raccogliere quanto seminato dai compagni, con una corsa centrale di 2 yds, senza che Gorlani riuscisse poi a trasformare l’extrapoint. Il risultato si sbloccava finalmente per i biancorossoneri , che mantenevano poi il risicato vantaggio di 6-0 fine al termine.

Partita avara di emozioni, da ricordare solo i tentativi di field goal sbagliati uno per parte, Gorlani nel primo quarto, Perucconi nel terzo, in un equilibrio che poteva essere spezzato solo da chi avrebbe avuto quel guizzo in più.

Vittoria sicuramente ottenuta con il cuore, acquisita più con il carattere che con la tecnica quella conseguita dalla squadra piacentina: se la offense non ha avuto modo di riuscire a dimostrare in modo concreto tutto il proprio potenziale, una defense resistente e caparbia ha dato prova di quanto può effettivamente fornire come prestazione collettiva di grande consistenza. Per la prima volta in questo campionato i Gorillas sono stati tenuti a zero punti, e questo è già un segno di grande personalità e temperamento. Annullati praticamente per tutto il primo tempo i giochi di corsa dei biancorossi varesini, la difesa biancorossonera ha permesso solo nel terzo tempo agli avversari di arrivare a tiro di fieldgoal, mettendo comunque poi in carniere un intercetto di Milani.

Ora i piacentini osserveranno ancora un periodo di riposo forzato, per poi affrontare ancora in trasferta i G- Team Oratorian Gallarate , che in questo campionato hanno avuto modo di festeggiare la loro prima vittoria, e sono formazione in costante progresso tecnico. La strada che porta verso i playoff è ancora lunga e irta di trappole e difficoltà, ma i piacentini sono ben determinati a riconquistare per la terza volta consecutiva il primo posto nella propria division.

 

Ph: Angela Albanese

 

Week 9

GTeam Oratorian Gallarate – Wolverines Piacenza – Sabato 23 aprile ore 20,30, Stadio “L. Semenzi” Gallarate

 

score vs. GTEam

scoring vs. GTeam

 

Ultimo incontro prima della cosiddetta “fase a orologio” per i Wolverines, impegnati a Gallarate contro i locali G Team Oratorian. I piacentini riportato una nuova vittoria che li mantiene imbattuti in testa al proprio girone, vincendo con il risultato di 41–15.

Esito finale tutt’altro che scontato, nonostante il punteggio finale: i locali Oratorian hanno dato filo da torcere ai biancorossoneri subito fin dal primo quarto; i Wolverines pur portandosi in vantaggio nei primissimi minuti con un TD pass di Amadasi a Fontanella e trasformazione da due punti di Bontempi, per il punteggio parziale di 8-0, subivano il ritorno del G Team che andava in touchdown riducendo lo svantaggio a 8-7.

All’inizio del secondo quarto il grave incidente che ha messo fuori gioco il giocatore del G Team Alessio Ravello ha probabilmente condizionato psicologicamente i gallaratesi: i piacentini hanno messo a segno in rapida successione 4 TD: una corsa di 20 yards di Amoroso, Bontempi 2 volte con due corse rispettivamente di 3 e 35 yards ciascuna e Thomas De Los Santos, autore in difesa di una azione degna di menzione: fumble forzato, pallone riconquistato e riportato in TD con una corsa di 20 yards. Piacentini in vantaggio alla fine del primo tempo per 35 -7.
Alla ripresa delle ostilità erano comunque ancora gli azzurro argento lombardi a segnare un TD, al quale replicava Tagliaferri con una corsa in TD di 18 yards. Risultato finale di 41 -15.

Qualche considerazione sull’incontro: onore ai vinti, mai domi G Team, che non hanno mai smesso di combattere nonostante quanto accaduto al proprio compagno, ma anzi facendo leva sullo spirito di gruppo per mettere in difficoltà i piacentini.
Wolverines rimandati a settembre, per le troppe occasioni mancate e sprecate dall’attacco, che chiude con un 7 su 22 di passaggio ( peggior risultato dall’inizio del campionato), mentre i giochi di corsa hanno apportato i migliori risultati. Difesa da rivedere, soprattutto nella fase contro i passaggi.
Ora i piacentini sono attesi da una sosta di due settimane, che servirà per ricaricare le pile prima della volata finale per la supremazia nel girone F: prossimo incontro in trasferta a Cremona contro i Tigers, poi in casa ad accogliere i Rams Milano. E’ il momento di lavorare ancora per eliminare quegli errori gratuiti commessi, divieto assoluto di cali psicofisici, pronti a piazzare la zampata vincente per mantenere la testa del girone.

Week 12

Tigers Cremona – Wolverines Piacenza – Domenica 15 maggio ore 15, Cremona Campo Sportivo “Villa Angiolina”

score vs. Tigers

scoring vs. tigers

Troppa la differenza di forze vista in campo a Cremona, nella partita tra Wolverines Piacenza e Tigers. L’incontro è stato a senso unico, con i piacentini che non sono riusciti a concretizzare in touchdown unicamente un drive di tutti quelli a loro disposizione. Tigers in fase di involuzione rispetto a quanto visto all’andata, non riescono a conquistare nemmeno un primo down. Difficile da stabilire quanto merito va alla difesa piacentina o demerito dell’attacco grigiorosso, sicuramente l’attacco piacentino, ormai finalmente rodato ha tenuto continuamente sotto scacco la difesa di Cremona, messa sotto pressione dalle bombe di Amadasi – (per lui 11 su 20, 7 TD pass e 181 yds di lancio), e dall’ottimo rientro nel ruolo di QB di Magoni dopo il grave infortunio dello scorso anno ( al suo attivo 4 su 7, 1 TD pass e 66 yds di passaggio). Il risultato finale di 0-61 sottolinea senza alcun dubbio come l’incontro abbia preso subito la strada in discesa per i biancorossoneri, senza che venisse opposta una valida resistenza per arginare i giochi d’attacco. A segno per i Wolverines Gorlani (3 TD e 5 PAT) Amoroso (2 TD) Chiatante, Bontempi Tagliaferri e Fermi con 1 TD a testa, e Ozzy Tukpeh Antwi con una safety.

“Dimenticare Cremona” è il ritornello che si sentiva già alla fine della partita, dettato dai coaches piacentini che vogliono la squadra concentrata sul prossimo scontro, che deciderà la prima posizione della division, e la possibilità per chi vince di saltare il turno di wild card qualificandosi già per i quarti di finale di Conference.

Ospiti dei piacentini saranno i Rams, che a suon di vittorie godono ora di un record di 4 vinte e 1 persa e non aspettano altro che tentare di sgambettare i Wolverines, in testa alla division F con un temporaneo 5-0

 

 

Week 13

Wolverines Piacenza – Rams Milano – Domenica maggio ore 15, Piacenza Campo Sportivo “Savoia”

score vs. Rams

scoring vs. rams

 

Wolverines Piacenza vincitori del proprio girone alla fine della regular season, ma quest’anno finalmente con la ciliegina della Perfect Season.

I piacentini si sono trovati di fronte nell’ultimo incontro di stagione regolare i Rams Milano, i quali nella partita di andata avevano avuto modo di esprimere il loro potenziale, mettendo sotto per tutto il primo tempo i padroni di casa . In palio in questo match di fase ad orologio, non solo la supremazia nella division, ma la opportunità per la vincitrice di saltare il turno di wild card, proiettata nella post season ai quarti di finale.

Domenica , grazie ad una perfetta preparazione della partita da parte del Coaching Staff, attacco e difesa hanno iniziato a mettere immediatamente sotto pressione i biancoverdi, segnando nel primo drive disponibile il touchdown del vantaggio con la coppia Amadasi/Fontanella, fallendo l’extrapoint con Gorlani per il parziale di 6-0.

Rams a testa bassa per cercare di recuperare lo svantaggio, e pareggio trovato grazie ad una combinazione tra Lorusso e Nigro, ma a causa anche dell’ extrapoint da due punti sbagliato, il risultato si fissa sul 6 a 6 alla fine del primo quarto di gioco.

Nel secondo quarto i Wolverines prendono il largo, grazie alla intensa reazione di tutto il team, dapprima con la offense, che con il proprio QB Amadasi ( 17 su 23 e 149 yds alla fine dell’incontro) manda ancora in touchdown Fontanella per la seconda segnatura personale con un lancio di 10 yds: successivamente la defense ferma sul nascere il drive dei Rams, riconquistando il pallone con un fumble forzato e ricoperto, mettendo Amadasi in posizione più che favorevole per ripartire con il proprio attacco: questa volta è Crotti a ricevere il lancio di 12 yds dal proprio quarterback, ed i Wolverines chiudono così il primo tempo sul 18-6.

Piacenza ancora con l’acceleratore a tavoletta all’inizio del secondo tempo: primo drive piacentino con Bontempi, autore di ottime corse, che conclude con il touchdown la propria prestazione personale ( 155 yds rushing ) accompagnata anche dall’extrapoint da due punti: 26 a 6 per i Wolverines.

Complice anche il caldo estivo, la difesa piacentina ha un calo fisico nel corso dell’ultimo quarto, del quale ne approfitta immediatamente la offense meneghina: Murino lancia in endzone prima Mancini e poi Ceruti, creando qualche apprensione nelle file piacentine. Il risultato finale di 26 a 20 rispecchia i valori che sono stati messi in campo: Rams squadra tecnica, con ottime individualità, che sicuramente lotterà alla pari di tutti gli altri team nel corso dei playoff, Wolverines che si confermano ancora una volta leader del proprio girone. Prova di carattere del team biancorossonero , che ha mostrato concretamente sul campo la forza del proprio attacco, mentre una difesa caparbia ha garantito consistenza alla propria azione.

Perfect season allora, con i piacentini proiettati verso il quarto di finale di conference nord , nel quale ospiteranno la vincente della wild card tra Knights e Mastiff. Dopo i giustificati festeggiamenti per il risultato ottenuto, ora i Wolverines iniziano la strada della post season, dove impera la legge del “dentro o fuori” e non c’è domani per chi perde, ma “..i sogni non muoiono mai”…

 

Play Off: Quarti di Conference

Wolverines Piacenza – Knights Sant’Agata Bolognese – Domenica 12 giugno ore 17,30 , Piacenza Campo Sportivo “Savoia”

 

2016-07-07_211819

 

2016-07-07_211857

 

E’ veramente difficile a volte descrivere lo stato d’animo di una squadra alla fine di una partita come quella disputata domenica. Wolverines che anche quest’anno subiscono la maledizione che li vede primi nel girone alla fine della regular season ed eliminati al primo turno dei playoff: probabilmente, dal punto di vista tecnico, questa formazione è stata la più forte degli ultimi tre campionati disputati dai piacentini, ma non è bastato.

I Knights Sant’Agata sono stati degni e coriacei avversari, si sono presentati a Piacenza sfruttando al meglio i giochi di corsa del running back Volpe per poter scardinare la difesa piacentina, e mettendo in campo una defense estremamente reattiva e fisica, che ha resistito fino all’ultimo agli assalti dei Wolverines.

Iniziano i Knights ad attaccare, ma complice uno snap errato al primo down, devono andare subito al punt: potrebbe già essere cambio di possesso a favore dei piacentini, ma un roughing passer rida palla all’attacco nero-argento. Il drive si conclude con Volpe che corre in endzone, ma a causa del extra point fallito il risultato rimane sullo 0-6.

I Wolverines non riescono ad esprimersi come nelle precedenti partite per tutto il primo quarto, complice la difesa avversaria, che piazza un intercetto con Valmori: nel secondo quarto riescono invece a sfruttare il gioco a terra con Bontempi, portandosi nella red zone bolognese. La coppia Amadasi – Fontanella ripropone il copione già visto nel corso del campionato, con il quarterback che pesca con un lancio calibrato il proprio ricevitore direttamente in end zone, per il pareggio temporaneo: Gorlani non fallisce il calcio addizionale e i Wolverines si trovano in vantaggio per 7 – 6, e lo mantengono fino alla fine del primo tempo.

Probabilmente i Wolverines durante l’intervallo recuperano maggiori energie dei Cavalieri, piazzando subito una zampata che avrebbe potuto dimostrarsi mortale: Amadasi lancia un lob sulla fascia laterale, trovando la ricezione di Gorlani che si invola per 66 yards direttamente in end zone, portando così il risultato sul 13 a 6 causa dell’extra point fallito.

I Knights non mollavano e trovavano ancora il touchdown con Volpe, grazie ad una corsa di 53 yards, e con l’extra point impattavano il risultata per il 13 pari a pochi minuti dalla fine.

Fuochi d’artificio negli ultimi minuti, con cambi di possesso, intercetti e sack: i Knights non riuscivano a concludere il proprio drive in end zone, ma con Salvo trovavano il fieldgoal che regalerà alla fine il passaggio del turno verso Cesena.

Wolverines mai domi, ancora mettono sotto pressione la difesa nero-argento, con Amadasi che non trova però i propri ricevitori ma anzi subisce un sack sull’ultimo proprio disperato down, consegna palla all’attacco dei Cavalieri che decidono di far passare i pochi minuti con la victory formation.

Alla fine dell’incontro Daniele Mosconi, Team Manager dei Wolverines ha cosi riassunto l’incontro:

«Sgomberiamo subito il campo dagli equivoci, i Knights hanno meritato la vittoria commettendo meno errori e desiderando il successo più di noi. Sono una squadra di qualità gestita da un ottimo Coaching Staff: chapeau quindi ai giocatori bolognesi ed allo staff.
Nel dettaglio, non siamo stati in grado di sviluppare efficacemente il nostro running game come nelle precedenti partite trovandoci costretti a sovraccaricare il passing game e diventando di fatto abbastanza “scontati” e prevedibili. Bravi i Knights ad aver creato col loro gioco difensivo questa situazione, basta dare uno sguardo alle statistiche…inoltre con 5 “sanguinosi” turnover commessi, non poteva andare che così! Abbiamo regalato due primi down ai avversari toccando il loro punter, il nostro bravissimo QB Amadasi ha lanciato tanti intercetti (2 ndr) in una sola partita, quanti ne ha subiti nel corso di
tutta la regular season, mentre il nostro running back Bontempi, grandioso anche in tutta questa stagione, è incappato nel primo ed unico fumble di tutto il campionato, ma determinante nello svolgimento dell’incontro…certo, bravissimi gli avversari a creare le situazioni per metterci in difficoltà, ma anche noi ci abbiamo messo del nostro! Decisamente un po’ troppo, ed il risultato ne è il giusto e naturale epilogo».

 

 

In questa pagina potete trovare i risultati e brevi resoconti degli incontri disputati nelle stagioni 2014 – 2015

Luca Zigliani, atleta di Football Americano Piacenza Wolverines, al raduno del Blue Team in qualità di kicker. Grande soddisfazione in casa Wolverines per vedere il casco con i colori e il logo dei piacentini associati alla maglia azzurra.

Regular season Campionato Italiano Football a 9 – 2015

                                                                                             CIF 9 2015

(Photo credit:  Ph. Wolverines Piacenza – Ph. Andrea Donati www.LogBlog.it – Ph. Carlo Braccio)

REGULAR SEASON 
01 MARZO 2015 –  vs. VIPERS MODENA : 33-12

Esordio vincente  nel  Cif9 2015  per i Wolverines Piacenza: i piacentini, inseriti nel girone E del campionato nazionale di football a 9 giocatori, sconfiggono gli ospiti Vipers  Modena con il risultato finale di 33-12 tra le mura amiche del campo “Savoia”.

Se il risultato potrebbe far pensare a un incontro in discesa, tale non si è dimostrato per i giocatori del Presidente Queirazza, vuoi per  la tenace formazione avversaria,  vuoi per una carenza di determinazione  in alcuni frangenti  da parte dei Wolverines.

Wolverines costretti a subire subito un touchdown dei gialloblu modenesi, che nel  primo drive a loro disposizione entravano nella endzone piacentina con una breve corsa del QB ospite Barile: sul successivo calcio addizionale di trasformazione, il pallone era però bloccato dalla difesa piacentina  e riportata nella endzone avversaria dal capitano Merlo, per i primi 2 punti dei Wolverines.

La difesa piacentina prendeva immediatamente le misure all’attacco avversario, mettendo a segno un sack con  Thomas, che garantiva una ghiotta posizione di partenza per la formazione di attacco, immediatamente sfruttata da Bontempi con una corsa che si concludeva in touchdown,  con relativa trasformazione da parte di Cappelletti per il risultato temporaneo di 9 a 6. Risultato che veniva modificato immediatamente grazie ad una safety commessa dai Vipers, per il successivo 11 a 6.

Un altro drive della offense Wolverines portava questa volta in TD Tagliaferri con una breve corsa, seguita ancora dalla trasformazione di Cappelletti , per il 18 a 6 della fine del primo quarto.

Il poco assestamento dei giochi di entrambe le formazioni, tipiche dell’inizio di campionato, compariva nel secondo quarto: l’esperienza dei piacentini consentiva loro comunque di segnare ancora una volta con una safety devastante effettuata da Osborne Tukpeh, e di segnare ancora un altro touchdown, per merito dell’accoppiata Magoni – Scarano, con un lancio di 13 yards dal primo al secondo, completata dalla solita trasformazione di Cappelletti. Fine del primo tempo con il risultato di 27 a 6.

Secondo tempo sostanzialmente di parità, con un nulla di fatto nel terzo quarto, mentre entrambe le formazioni andavano ancora a segno nella quarta ed ultima frazione:i  Wolverines varcavano ancora la linea di goal per merito di un lancio del QB Magoni al proprio Tightend  Gorlani per il 33-6.

I Vipers allo scadere, mostrando tutto il proprio orgoglio e cuore, siglavano ancora un touchdown per merito del runner  Bianco.Risultato finale di 33 a 12.

Coach Zannotti ha avuto parole di apprezzamento per la squadra ospite, “ che si è battuta con grande orgoglio e cuore”, e per  il risultato finale, ma ha dichiarato che “c’è ancora molto da lavorare per eliminare gli errori gratuiti commessi,  avendo solo due settimane di tempo prima di incontrare un banco di prova di massimo rispetto come i Thunders Trento”.

15 MARZO 2015 –  vs.THUNDERS TRENTO : 6 – 20

Brusca battura d’arresto nel campionato nazionale di football a 9 giocatori: opposti alla formazione dei Thunders Trento i Wolverines hanno terminato l’incontro per 6-20

L’incontro si è subito dimostrato all’altezza delle aspettative, ma per i piacentini si è ovviamente trattato di una battuta d’arresto sgradita. Un eccessivo nervosismo ha probabilmente causato il fumble che ha impedito ai piacentini di finire il proprio prime drive in modo ottimale.

L’equilibrio è stato subito spezzato dalla defense dei Thunders , sfruttando alla perfezione un punt a cui era stata costretta la offense trentina, e costringendo così la offense Wolverines ad un punto di partenza del proprio drive assolutamente ostico, metteva a segno una safety per l’iniziale vantaggio di 0- 2

Dopo alcuni drive alterni  senza esito, gli ospiti mettevano a segno un Td  su passaggio per l’8- 0 con cui si concludeva il primo quarto di gioco.

L’incontro con i Thunders si è immediatamente dimostrato come ci si aspettava: squadra solida, rocciosa,  ha affrontato i piacentini impiegando particolarmente i  giochi di corsa, utilizzando allo scopo un vero gioiellino di casa Trento: il runner Ratib, classe 1998,  ha impegnato allo spasimo la formazione difensiva piacentina, dando prova di  avere grande qualità nella corsa.

Sostanziale equilibrio nei 2 quarti centrali, terminati senza segnature: Trento a contenere le folate offensive dell’attacco piacentino, che ha purtroppo avuto nell’uscita dal campo per infortunio del proprio QB Magoni una parziale scusante nella sterilità delle proprie azioni: buono l’esordio  di Amadasi nel ruolo di sostituto QB, e sul quale il coaching staff dovrà lavorare per trovare il corretto timing con i propri ricevitori.

Difesa piacentina sugli scudi nella parte centrale, con ottima partita di Moruzzi  – 1 sack   e un fumble provocato e ricoperto – e Tukpeh. Offense piacentina purtroppo non in perfetta forma e determinata come normalmente abituati a vederla giocare, contenuta dalla fisicità della defense ospite, in cui si metteva in luce Todeschi. Da applausi nella formazione d’attacco dei Wolverines la prova dell’OL Ziliani, che ha dato man forte anche alla linea difensiva piacentina per molti drive.

Fuochi artificiali nell’ultimo quarto con Thunders che mettevano a segno una doppia segnatura, senza trasformazione, portandosi sul 0 – 20. Divario probabilmente eccessivo anche alla luce di quanto messo in campo da ambedue le formazioni, i piacentini  finalmente mettevano a segno il  Touchdown che sbloccava lo zero del proprio tabellino, grazie ad una corsa di 28 yds di Tagliaferri, non trasformata.

Tentativo di onside – kick alla ripresa del gioco da parte dei biancorossoneri con palla recuperata da Piacenza per un ultimo generoso assalto alla defense avversaria, che portava però ad un nulla di fatto. Trento lasciava correre gli ultimi secondi a disposizione, portando a casa una vittoria che li proietta solitari in testa al girone E.

Wolverines Piacenza che affronteranno nel prossimo incontro i Ravens Imola in trasferta: a disposizione dei giocatori due settimane per analizzare  e capire quali sono stati  i problemi segnalati durante l’incontro con i Thunders e porvi immediatamente rimedio. Il campionato è solo agli inizi ed i Wolverines  hanno ancora in serbo  la zampata vincente per esserne protagonisti.

28 MARZO 2015 –  @ RAVENS IMOLA :  0 – 42

Risultato mai  messo in discussione ,  il tabellino delle marcature  avversarie rimane finalmente a zero.

Piacentini  a valanga sui biancoviola imolesi, in un incontro che già alla fine del primo tempo era stato ampiamente  messo in cassaforte (14-0 1 qtr : 22-0 2 qtr; 6-0 3qtr; 0-0 4 qtr)  Il risultato di 42 – 0 finale  è la fotografia della bella prova di forza che i piacentini hanno dato sul campo dei Ravens: la compagine romagnola, composta da ragazzi molto giovani, si è dimostrata un poco acerba ma sicuramente ha davanti a sé un buon margine di miglioramento, alla luce  anche di alcune buone individualità che ne fanno parte.

Sia l’ Offense che la Defense hanno portato fieno in cascina: Bontempi corre per 13 yds e il TD viene trasformato da 2 punti da Gorlani per i primi punti dell’incontro. Di seguito la Defense da il meglio di sé provocando in due occasioni differenti due fumble nella endzone  romagnola, ( perdita di possesso della palla durante  una azione di gioco, e fatta propria dalla squadra avversaria )  che vengono conquistati dapprima da Tamellini e poi da Dos Santos per altri due TD. Rientra poi la Offense con il nuovo QB Amadasi, che sostituisce Magoni assente per infortunio. Amadasi si è inserito subito molto bene nei meccanismi dell’attacco, e ne ha dato prova lanciando in TD prima Bontempi , per il suo secondo TD personale e poi Gorlani con un ragguardevole TD pass di 51 yds. La prima metà di gioco termina con i piacentini in vantaggio 36-0.

Nel terzo quarto nessun team va a segno, mentre ancora i Wolverines sempre con un TD pass di Amadasi questa volta per Chiatante sigillano il risultato sul 42-0.

Viene archiviata con grande soddisfazione del coaching staff e della dirigenza  la prima trasferta, che garantisce ai Wolverines due punti in classifica e una grande iniezione di fiducia per il proseguimento del campionato. Due settimane ancora di attesa che serviranno in allenamento a migliorare i già rodati meccanismi: dopo aver osservato la sosta di Pasqua, i Wolverines saranno chiamati a disputare  ancora una volta in trasferta quella che potrebbe diventare la partita – cardine della stagione regolare:  appaiati in classifica a pari punti dei piacentini si trovano i Knight Persiceto, che come i piacentini hanno vinto il proprio girone nello scorso campionato. Le forze in campo sembrano equivalersi, ma i biancorossoneri non hanno ancora sfoderato completamente i propri artigli. L’occasione è quella giusta per dimostrare di avere sempre la zampata vincente.

12 APRILE 2015 –  @ KNIGHTS PERSICETO :  9 – 12

I Wolverines sbancano il Lunetta Gamberini e tornano da Bologna con una importantissima e sofferta vittoria ai danni dei Knights Persiceto. Risultato finale in equilibrio costante per buona parte dell’incontro, in un partita combattuta, sempre estremamente corretta nonostante l’ intensità con cui è stata disputata da entrambi i team.
Una delle massime più famose  dello sport americano recita  “L’ attacco vende i biglietti, ma è la difesa che vince le partite “: mai come in questa partita il detto si è rivelato veritiero. I reparti offensivi e difensivi hanno una visibilità differente: solitamente le luci dei riflettori sono puntati sull’ attacco, a volte , come in questa occasione,  sono indirizzati verso i  “protagonisti nell’ ombra”.

Partono subito forte i Wolverines che, alla fine del loro primo drive, trovano il vantaggio con un field goal di Gorlani da circa 25 yard, per il 3 a 0 temporaneo.
Difese, come detto, sugli scudi per entrambe le formazioni, dettando  legge per annullare i tentativi delle offense  avversarie.
L’ equilibrio viene ulteriormente rotto dal reparto difensivo  biancorossonero, grazie a Bacciocchi che riporta direttamente in touchdown un intercetto effettuato su un  lancio  del QB persicetano. Purtroppo la trasformazione alla mano non riesce e il punteggio si ferma sul 9-0 a favore dei Wolverines.
I Knights reagiscono e si portano a ridosso della end zone piacentina, ma la difesa riesce a bloccare il tentativo dei nero argento. Purtroppo , in una concitata azione, pur avendo letteralmente strappato il pallone dalle mani di un avversario, un giocatore piacentino rientrava nella propria area di touchdown con il possesso della palla, e nel tentativo di passarla ancora ad un proprio compagno, provocava  una safety che portava i primi 2 punti sul tabellino bolognese. Ancora le formazioni di Offense a cercare di violare la endzone avversaria, ma erano sempre le difese a imporre le proprie strategie. Complice anche il caldo quasi estivo, la Defense dei Wolverines aveva un calo  d’attenzione, permettendo ai Knights di segnare l’ unico touchdown della giornata, con un lancio ben calibrato. Extrapoint a segno e perfetta parità 9-9,  a 1′ 45 dal termine.
I Wolverines iniziano il loro drive vincente, e con le corse di Bontempi, si portano a ridosso della endzone avversaria: i piacentini, che si trovavano inizialmente  a poche yards dalla endzone avversaria al loro 4 tentativo,  a causa di un offside , venivano penalizzati di 5 yds. Il coaching staff decide di far calciare ancora Gorlani , che si ripete mettendo a segno il field goal del definitivo sorpasso piacentino.

Nei pochi secondi rimanenti a loro disposizione, i Knights spendono le ultime energie per cercare di ribaltare il risultato, ma la difesa piacentina chiude ancora una volta ogni possibile via.
Vittoria voluta e cercata, con un solo momento di amnesia che ha lasciato una piccola macchia su una prova magistrale della difesa dei Wolverines. Attacco purtroppo a bocca asciutta , sia per qualche sbavatura nell’applicazione dei giochi nei momenti determinanti delle azioni, sia perché ha trovato dall’ altra parte un vero e proprio muro neroargento, difficile da abbattere.
Due formazioni quindi che si sono sostanzialmente equivalse, ma dove i Wolverines alla fine hanno piazzato la zampata vincente,  capitalizzando al meglio le occasioni che si sono loro presentate.
In virtù della griglia che si è venuta a formare per la così detta ” fase ad orologio”   i Wolverines , secondi classificati in questo momento nel proprio girone, andranno a far visita al domicilio dei Thunders Trento, mentre rincontreranno sul proprio campo ancora una volta i Knights.

REGULAR SEASON: “FASE A OROLOGIO”

03 MAGGIO 2015 –  @ THUNDERS TRENTO :  14  – 44

Con una prestazione di carattere, temperamento e personalità  i Wolverines si impongono per la seconda volta consecutiva in trasferta e piazzano una dolorosa zampata alle velleità di primato dei Thunders nel girone E del Campionato di Football a 9 giocatori.

I Wolverines si sono presentati a Trento con l’ obiettivo ben preciso di capovolgere il risultato negativo dell’andata, quando Trento aveva imposto la propria forza fisica e compattezza sconfiggendo al proprio domicilio i piacentini. Era dunque necessario attuare una vera e propria impresa, sconfiggere gli imbattuti trentini – forti un record positivo di 4 vinte e 0 perse –  a casa loro e con uno scarto superiore ai 14 punti, per poter riprendere la testa del girone.

Piacenza, nonostante l’avvio stentato, con 2 gravi errori dello special team, che hanno facilitato i due touchdown dei trentini in avvio di partita, non si è persa d’ animo ed ha iniziato a macinare yards su yards, imponendo il proprio gioco, e contenendo al meglio le azioni d’ attacco avversarie.

Sicuramente trovarsi in vantaggio per 14 – 3 alla fine del primo quarto di gioco, ha fatto forse  credere ai padroni di casa di poter condurre tranquillamente la partita in porto senza troppi problemi: l’orgoglio e la determinazione sono stati le motivazioni  che hanno consentito ai Wolverines di organizzarsi e migliorarsi durante lo svolgimento della partita fino al raggiungimento di una meritata vittoria. Attacco e difesa oggi hanno dato il meglio di sè, dimostrando che alcune “carenze di concentrazione” manifestate durante le partite di inizio campionato, sembrano essere un ricordo lontano.

Merito sicuramente dei giocatori, ma soprattutto del Coaching Staff che ha preparato il game plan alla perfezione, così come già successo nella precedente vittoriosa partita contro i Knights. La cronaca dell’incontro è ovviamente un susseguirsi di touchdown, inizialmente con i Thunders che segnavano su due azioni di corsa e i Wolverines che accorciavano le distanze con un field goal di Gorlani per il 14- 3 del 1 quarto. Dall’inizio del secondo quarto inizia la rimonta vincente dei biancorossoneri che si concluderà solo alla fine dell’incontro: comincia l’attacco con Bontempi su corsa con trasformazione da due punti di Scarano per il 14-11 parziale, risponde immediatamente la difesa con una combinazione sack, fumble provocato, pallone riconquistato e ritornato da Thomas in touchdown e la  successiva trasformazione di Gorlani, permetteva alla formazione piacentina di portarsi in vantaggio per 18-14.

Il successivo td piacentino era una perfetta azione di lancio tra il quarterback Amadasi che trovava con un calibrato passaggio in endzone Scarano per il 24 – 14 di fine primo tempo.

Ai piacentini serviva recuperare comunque ancora 5 punti di scarto per considerarsi primi anche se a pari punti con i Thunders, per cui anche nel secondo tempo sia l’attacco che la difesa hanno garantito il massimo impegno, davanti ad una formazione gialloblu demoralizzata.

Ancora a segno la offense con un td – pass di Amadasi  che questa volta trovava in endzone Chiatante per il 31 – 14, con la solita trasformazione di Gorlani,  poi un gran touchdown di Bontempi che in slalom fra i giocatori della difesa trentina, terminava la propria corsa di 40 yards nella endzone avversaria, a cui non faceva seguito la trasformazione, ed infine ancora a segno la defense con il proprio capitano Merlo che con un intercetto ritornato in touchdown, trasformato dal solito Gorlani, metteva la ciliegina sulla vittoria e sulla prestazione dei piacentini. Risultato finale di 44 a 14 che proietta dunque per ora i Wolverines in vetta al proprio girone, in attesa del prossimo scontro casalingo per la seconda partita della fase ad orologio, quando ospiteranno i Knights Persiceto.

Probabilmente a Trento è stata disputata la miglior partita da parte dei Wolverines in questo campionato, sia sotto l’aspetto squisitamente tecnico che di volontà ed energia. Ora i piacentini hanno due settimane di tempo per preparare il prossimo incontro: divieto assoluto di cali psico-fisici, il segnale dato alle pretendenti al passaggio nei playoff è stato chiaro, chi vorrà arrivare ai quarti di conference dovrà passare per forza attraverso gli artigli dei Wolverines.

17  MAGGIO 2015 – Vs. KNIGHTS PERSICETO:  13  – 12

Wolverines Piacenza: vittoria e qualificazione ai playoff in vincono per il secondo anno consecutivo la propria division e si qualificano per i play off.                                                Bella giornata di football per i Wolverines Piacenza, che vincono contro i Knights Persiceto con ilrisultato di 13 –  ­12.

Sul campo Savoia si sono incontrate due formazioni che si sono sostanzialmente equivalse durantetutto l’incontro: i Wolverines costretti a vincere per continuare a fgarantirsi la prima posizione conquistata a Trento, evitare il turno di wild card e assicurarsi l’accesso ai quarti di finale come vincitrice della propria Division, i Knights risoluti a vincere per concludere al secondo posto il girone e giocare la wild card sul campo amico.

Il gran caldo estivo ha condizionato tutto l’incontro, impedendo ad entrambe le formazioni di attacco di esprimersi sui buoni livelli dimostrati fino a questo momento in campionato. Alcuni falli e e fumble nei momenti cruciali hanno sostanzialmente vanificato gli sforzi dei due team nei primi due quarti, chiusi a punteggio inviolato. I Knights si dimostrano una volta di più una formazione ben preparata, con ottime potenzialità e che può mettere in difficoltà qualsiasi avversario.

Le difese hanno imposto la propria autorità, costringendo spesso al punt la conclusione dei drives avversari. Finisce così sullo 0­0 il primo tempo: nell’intervallo è stata organizzata una reunion di tutti i giocatori che negli ultimi 30 anni hanno indossato i colori delle squadre di Piacenza: Cinghiali, Nightmare e Wolverines. Molto buona la partecipazione all’evento, tutti accomunati dal ricordo delle tante “battaglie fatte sul campo”….

Ritornano in campo le due formazioni e cambia completamente l’andamento dell’incontro alla fine del 3° quarto di gioco: un lancio di Amadasi per Piedimonte porta l’attacco a ridosso della end zone persicetana: la successiva corsa di circa 12 yards di Bontempi porta i primi punti piacentini e il calcio addizionale di Gorlani fissa il punteggio sul 7 – 0.

Quarta ed ultima frazione degna delle due formazioni. Si susseguono calci di allontanamento che portano a dei nulla di fatto nella conclusione dei drives di entrambe le formazioni: uno di questi calciato dai Wolverines costringe i Knights a partire quasi a ridosso della propria endzone, ma il lancio del QB dei Knights Negretto al proprio ricevitore Melanciana sorprende la formazione difensiva piacentina, e permette a quest’ultimo di involarsi verso la endzone dei Wolverines per il TD neroargento. Il coaching staff dei Knights opta per la trasformazione da due punti che permetterebbe il sorpasso, ma l’azione fallisce , permettendo ai Wolverines di mantenere un punto di vantaggio, 7­ – 6.

Sul successivo onside kick dei Knights, i Wolverines recuperano il possesso del pallone nella metà campo degli avversari: pallone ancora una volta a Bontempi che con una corsa di 37 yards, in pieno slalom fra le maglie della difesa neroargento, si invola in touchdown, ricacciando i Knights a punteggio di sicurezza. La successiva trasformazione su calcio di Gorlani non va a buon fine e il risultato si fissa sul 13 – 6. Partita finita? Mai dire mai soprattutto con un avversario che si equivale al team piacentino. La difesa biancorossonera diventa protagonista , ma deve capitolare a 1,17 dal termine su una corsa del mastodontico Dzudie Tongue: 13 – ­12

La trasformazione dei bolognesi diventa a questo punto l’ago della bilancia dell’incontro: trasfomarla da un punto per impattare e andare in overtime, oppure da due punti e portare a casa la vittoria? I Knights decidono anche questa volta per i due punti, ma un fumble forzato dalla difesa di casa fa rotolare il pallone fuori dal terreno di gioco,costringendo i Cavalieri alla resa.

Primo posto quindi per i Wolverines Piacenza che si sono confermati per il secondo anno consecutivo vincitori della propria division: ovvia soddisfazione del Coaching Staff piacentino per il risultato acquisito, soprattutto alla luce del valore espresso in campo da tutte le formazioni affrontate, che nulla hanno lasciato di intentato sul campo di gioco. La strada che porta al Vigorelli di Milano per la finale del Ninebowl 2015 è appena iniziata, ora i piacentini avranno un lungo stop di tre settimane per rimettersi in forma e curare al meglio i propri giochi: gli artigli sono sfoderati e attendono il nome dell’avversario che dovranno affrontare nei playoff.

 

PLAY OFF SEASON: QUARTI DI CONFERENCE

 

7  Giugno 2015 – WOLVERINES PIACENZA vs. THUNDERS TRENTO:

Domenica 7 giugno alle ore 16, presso il campo sportivo “Savoia” via delle Novate a Piacnza, iniziano i playoff per i Wolverines Piacenza.

Dopo aver saltato il turno di wild card che ha visto vincitori i Thunders Trento contro i Jokers Fano,  i biancorossoneri piacentini  incroceranno ancora una volta il loro destino proprio contro i gialloblu trentini.

 

Regular season Campionato Italiano Football a 9 – 2014

 

 

LOGO CIF9 2014

 

 

 

griglia ninebowl finale

 

 

CAMPIONATO CIF9 2014

Sono stati resi noti oggi, durante la riunione svolta presso la sede del Coni a Roma, i gironi del Campionato Cif9 : l’Italia è stata suddivisa da Sud a Nord e da Est a Ovest in 9 gironi:  6 composti da 4 team ognuno  e altri 3 gironi da 5 team, per un totale di ben 39 squadre ai nastri di partenza.

 

MAPPA CIF9 2014

 

ACHEI Crotone
CARIBDES Messina
EAGLES Salerno
HIGHLANDERS Catanzaro
82ERS Napoli
DRAGONS Salento
MAD BULLS Barletta
PATRIOTS Bari
BLACK HAMMERS Ostia
GLADIATORI Roma
TERNI Football
VETERANS Grosseto
CRABS Pescara
GOBLINS Lanciano
JOKERS Pesaro
LEONES Poggiofiorito
ETRUSCHI Livorno
RED JACKETS Lunigiana
STORMS Pisa
TRAPPERS Cecina
WHITE TIGERS Massa
BILLS Cavallermaggiore
BLITZ Ciriè
MASTIFFS Ivrea
PIRATES Savona
PREDATORI Golfo del Tigullio
65ERS Arona
G-TEAM Gallarate
GORILLAS Varese
HAMMERS Lario
WOLVERINES Piacenza
BERSERK Riolo Terme
CHIEFS Ravenna
COWBOYS Selvazzano
SENTINELS Isonzo
DOVES Bologna
KNIGHTS Persiceto
RAVENS Imola
THUNDERS Trento

 

I Wolverines sono stati inseriti nel girone “G”, composto da 5 team,  assieme a Gorillas Varese – Hammers Lario – GT  Team Gallarate – 65ERS Arona: i piacentini  hanno già avuto modo di incrociare a vario titolo quasi tutti i componenti del girone, ovvero Gorillas, Gt Team e Hammers, mentre nuova conoscenza sono i 65ERS Arona.

girone G (1050 x 388)

 

65ERS ARONA       GT TEAM GALLARATE      GORILLAS VARESE      HAMMERS LARIO      Logan logo2_vectorized

Il campionato prenderà il via il 22 febbraio e avrà termine il 7 giugno; oltre tale data inizieranno i playoff che termineranno il 28 giugno con la finale di Campionato.  24 formazioni andranno ai playoff  (le prime 2 classificate di ogni girone e le 6 migliori terze classificate tra le 9 division).

Poi, verrà eseguita una classificazione di teste di serie, dalla TS1 alla TS24 e le stesse verranno suddivise in 2 conference da 12 squadre ciascuna (denominate Nord e Sud), sulla base del loro posizionamento geografico (e successivamente riclassificate da TS1 a TS12). Epilogo della stagione il 28 Giugno, con il NineBowl.  A breve saranno rese note anche le giornate di campionato.

La squadra piacentina ha ripreso la preparazione non appena terminate le festività, intensificando agli ordini dei Coaches la preparazione atletica e il perfezionamento degli automatismi delle azioni che verranno utilizzate in campo.

I Wolverines Piacenza devono ora dimostrare in un campionato ufficiale le proprie doti: gli artigli del Ghiottone che è apposto sul casco nero da gioco, dovranno essere pronti e affilati, per agguantare saldamente  nelle proprie grinfie i prossimi avversari. Primo appuntamento sul campo sabato 22 febbraio

 

Play Off: Quarti di finale di Conference Nord

E’ la partita del dentro o fuori per i Wolverines, impegnati domenica 1 giugno alle 16 al Savoia di via delle Novate contro i Gorillas Varese nel campionato di Football americano. Come la legge dei playoff impone, vinci e avanzi, perdi e vai a casa. Avversaria di Piacenza sarà la formazione varesina, qualificatasi al primo posto del girone a pari punti assieme ai biancorossoneri, ma in quanto sconfitta nello scontro diretto ha dovuto effettuare anche il turno di wild card.
Unica macchia sul percorso dei varesini, la sconfitta riportata proprio sul campo di via delle Novate, in un incontro che è rimasto in equilibrio fino al termine.
Solo chi sbaglierà di meno, chi manterrà la giusta concentrazione fino allo scadere dell’ultimo secondo sarà in grado di passare il turno, in un incontro che si prevede sarà comunque molto equilibrato. Il team ospite, con giocatori dotati di grande fisicità e lunga esperienza, arriverà a Piacenza cercando ovviamente di ottenere risultato pieno.
I lombardi godono dei favori dei pronostici degli addetti ai lavori nazionali: i Wolverines sono chiamati a smentire i tecnici, sfoderando le caratteristiche che hanno mostrato durante il proprio campionato, determinazione, spirito di sacrificio, spirito di gruppo.
La società del presidente Queirazza, esordiente assoluta, ha terminato la regular season con un record di 5-1, che l’ha portati a ottenere l’ottavo posto assoluto nel ranking nazionale e il terzo nella propria Conference.
Il giusto merito va ovviamente ai coach per il lavoro svolto fino ad ora, ma anche ai giocatori che hanno creduto nel lavoro effettuato sul campo.
Nel trentennale del football americano a Piacenza, i Wolverines sono pronti a piazzare la zampata vincente.

10356365_655538854521790_8682146143281705258_n

Quarti di finale di Conference Nord – 1 giugno 2014 – vs Gorillas Varese: 10 – 8

Sarà ancora una volta GameDay e Playoff Time per i Wolverines Piacenza, che domenica hanno battuto alla fine di un incontro sempre in equilibrio i Gorillas Varese, con i risultato di 10 a 8, nei quarti di playoff di conference nord. Partiti come al solito con i pronostici contrari degli addetti a i lavori, i Wolverines sono riusciti, come nel precedente incontro di regular season a recuperare lo svantaggio inziale e a regolare i biancorossi lombardi proprio sul traguardo.
Davanti ad un numeroso e appassionato pubblico , i Wolverines partono in salita, apparendo un po’ molli durante la prima parte dell’incontro; la prolungata sosta non ha giovato ai giocatori piacentini, mentre i varesini hanno probabilmente avuto modo di “togliere la ruggine” disputando il precedente turno di playoff ( wild card) la settimana precedente.
Reparti di difesa di entrambi in team in gran spolvero e a fare buona guardia, concedendo il minimo sindacale di yards conquistate alle Offense avversarie in un match sostanzialmente equilibrato. Allo scadere del primo tempo, un lancio del QB lombardo coglieva in contropiede il backfield locale, permettendo così ad un proprio ricevitore di involarsi in touchdown: trasformazione alla mano per ulteriori 2 punti e risultato di 8 a 0 alla fine del primo tempo per i varesini.
Wolverines adeguatamente redarguiti dal coaching staff durante l’intervallo, e decisi a farsi valere nella ripresa. Seconda parte dell’incontro memorabile per tutti i ricevitori, serviti con buoni lanci dal QB Magoni : il touchdown che accorcia il risultato avviene comunque con una azione di corsa, che vede Bontempi entrare in endzone, coronata dalla trasformazione di piede di Zigliani per il 7 a 8 temporaneo.
Incontro ancora apertissimo , con Piacenza che si avvicina alla end zone avversaria senza riuscire tuttavia a violarla nuovamente, ma permette a Zigliani di calciare il field goal per i 3 punti che fissano il risultato sul 10 a 8 a vantaggio dei Wolverines.
I Gorillas provano ancora a riportarsi in vantaggio, ma i tentativi terminano dopo l’intercetto ad opera di Heida che riconsegna palla al proprio attacco, per i pochi secondi mancanti al termine. Alla fine felicità incontenibile per i ragazzi del presidente Queirazza, che hanno disputato una partita avvincente, conquistando una meritata vittoria “ di cuore”, che ha premiato finalmente la batteria di ricevitori a disposizione: difesa che ha contribuito da par suo a suggellare la vittoria finale.
Risultato che senza ombra di dubbio si può definire “storico”: la franchigia piacentina , la più rookie fra i team rookies, alla prima partecipazione al campionato di III Divisione, si trova ad essere fra le migliori 8  formazioni. Sabato 7 giugno i Wolverines saranno ospiti dei Red Jackets Sarzana per disputare la semifinale di conference : impegno di grande prestigio per i giocatori piacentini, che si presenteranno al cospetto degli attuali vice campioni d’Italia del Cif9, per giocarsi l’accesso alla finale di Conference. Anche questa volta i pronostici degli addetti ai lavori sono più che mai a sfavore dei Wolverines, i quali hanno saputo comunque fino ad ora smentire sul campo chi li voleva sconfitti in partenza.

Fase a orologio:

9° giornata Cif9 –  27 aprile 2014 –   vs Arona 65ers: 47- 6

locandina Wolverines vs. 65ers

I Wolverines Piacenza si aprono la strada verso il primato nel proprio girone con una sonante vittoria ai danni di Arona 65ers. Il risultato finale di 47 a 6 parla chiaramente di come non sia mai stato messo in discussione,  con la offense finalmente sugli scudi con 2 TD pass di Magoni per Olivo e Zigliani, e 1 TD a testa per Magoni e Angelo Sbaraini e 3 TD per Bontempi.Bravo il reparto difensivo a contenere gli attacchi aronensi, concedendo il TD della bandiera a pochi secondi dal termine, con la mercy rule in atto.

Piacenza osserverà ora  un periodo di forzato riposo, che servirà a recuperare tono atletico e qualche infortunato: la data del 1 giugno sarà fondamentale per il proseguimento della stagione dei Wolverines, con il primo turno di playoff. I Wolverines attenderanno sul proprio campo la vincente del turno di Wild Card che vedrà affrontarsi Gorillas Varese e Hammers Lario.

8° giornata Cif9 –  13 aprile 2014 –   @ Hammers Lario: 7 –  1 3

locandina vs. Hammers 130402014

Wolverines primi in classifica lanciati verso i playoff.

I Wolverines Piacenza tornano con una importantissima vittoria dalla trasferta di Giussano (MB) contro gli Hammers, diretti rivali nel girone G del campionato nazionale di football americano a 9 giocatori, e mettono una seria ipoteca sul passaggio ai playoff.

Il risultato finale di 13 a 7 per i piacentini, descrive quanto si è visto in campo: partita tiratissima, combattuta in ogni frangente, con  le rispettive difese sugli scudi. Ha vinto la squadra che ha sbagliato meno , anzi quella che ha saputo capitalizzare  al meglio le occasioni che ha avuto a disposizione. L’attacco dei Wolverines ha avuto qualche reale difficoltà a ottenere primi down , ma nonostante l’evidente impasse, ha saputo mettere a segno alla prima occasione utile una corsa di 58 yards con Bontempi che, sfruttando i blocchi della propria linea e rompendo un paio di placcaggi, si involava verso l’endzone lariana per il momentaneo vantaggio nel primo quarto.

La defense piacentina da par suo, ha saputo contenere al meglio le veementi sfuriate dell’attacco degli Hammers, costringendoli a anche a subire un sack effettuato da Albert Thomas ai danni del QB avversario.

Nel successivo drive , la defense dava il proprio contributo con un altro TD, questa volta per merito di Bonini che riportava per 30 yards in area di meta un pallone  intercettato dopo un lancio effettuato dal QB avversario. Il calcio addizionale di Zigliani andava a segno, ed all’intervallo la formazione biancorossonera andava al riposo sul 13  a 0 a proprio favore.

Come era da attendersi vista la posta in gioco, ovvero la possibilità per ambedue le formazioni di passare ai playoff in caso di vittoria, nel secondo tempo gli Hammers hanno dato fondo a tutte le proprie risorse: il touchdown realizzato, che ha portato il risultato sul 13 a 7, ha dato l’impressione che i piacentini potessero capitolare da un momento all’altro, ma come è stato già detto, in questa partita ha vinto chi ha sbagliato meno, senza concedere una seconda  opportunità all’avversario. Un calcio di allontanamento effettuato dai piacentini nella fase finale della partita , che avrebbe potuto dare l’occasione ai brianzoli di tentare l’ultimo attacco, è stato invece ancora preda dei Wolverines, permettendo così alla squadra piacentina di portare a casa la quarta vittoria consecutiva, mantenendo la testa del proprio girone.

Dopo la sosta per le festività pasquali, i Wolverines domenica 27 alle ore 15 al campo rugby di via delle Novate riceveranno in casa per l’ultima giornata della “fase a orologio” gli Arona 65ers: in caso di vittoria i piacentini si garantiranno la sicura ammissione ai playoff, centrando un traguardo assolutamente insperato e non preventivabile al primo anno di attività.

 

Fase regolare:

7° giornata Cif9 –    6 aprile 2014 –   Riposo Girone G

6° giornata Cif9 – 30 marzo 2014 –   @ G-Team Gallarate Oratorian:  0 –  4 3

10153870_614347628650919_1934968142_n

Dopo la trasferta di Arona, i Wolverines fanno il colpaccio anche a Gallarate. Contro la formazione dei          G-Team Oratorian che ha provato in tutti i modi ad arginare gli attacchi piacentini, i biancorossoneri hanno messo a segno la bellezza di 43 punti , cogliendo ancora una vittoria che li proietta verso la fase ad orologio al primo posto nel proprio girone , alla pari di Hammers Monza e Brianza e Gorillas Varese. I piacentini partono immediatamente fortissimo , con i primi 2 drive si portano sul 13 a 0, per merito dei touchdown segnati da Bontempi e Tagliaferri a cui si aggiungono i due punti della safety che De Pasquale ha saputo effettuare. Nel secondo quarto di gioco vanno ancora a segno rispettivamente Bonini e Magrini: una menzione particolare va a Zigliani che, oltre a trasformare tutti i touchdown, ha piazzato due field goal rispettivamente da 35 e 34 yard di distanza. Secondo tempo che vede ancora i piacentini a segno con un’altra safety, realizzata da tutto il reparto difensivo, e con il secondo Td personale di Bonini, che riporta in endzone il pallone a seguito di un intercetto. Buona prova dunque dei Wolverines al cospetto di un team che ha evidenziato alcune lacune nel proprio reparto di  attacco ma che, nonostante il risultato finale, ha messo in risalto buone risorse in difesa.

Soddisfazione in casa piacentina per quanto ottenuto in questa prima parte di campionato: partiti in sordina come squadra “rookie”, i biancorossoneri si sono fatti valere raggiungendo il risultato di 3 vittorie e 1 sconfitta che li pone in testa al girone G, a pari punti con una formazione di esperienza come Hammers Lario e una altrettanto esordiente come Gorillas Varese. La politica dei piccoli passi adottata dalla dirigenza, ha portato nel corso dell’ultimo anno ad un notevole reclutamento di giocatori esordienti e senza esperienza,  che ha comunque permesso al coaching staff di ottenere un risultato di sicuro rilievo, non pronosticabile ad inizio stagione La squadra piacentina è ora attesa alla cosidetta “fase ad orologio” che  consiste nel far disputare un numero ridotto di gare,  a tutte le squadre che hanno partecipato alla stagione regolare; ciascuna squadra sfida le squadre che la precedono e che la seguono immediatamente in classifica. In questo caso i Wolverines andranno in trasferta contro gli Hammers Monza e Brianza domenica 13 aprile, mentre riceveranno sul terreno del campo rugby “Savoia” gli Arona 65ers domenica 27 aprile. Per i piacentini si prospetta una battaglia in casa Hammers , unica formazione ad aver sconfitto i Wolverines: non sarà da meno la sfida con i 65ers, che vorranno dimostrare che la sconfitta casalinga patita da Piacenza è stato solo un episodio.Dal weekend del 12 e13 aprile fuoco alle polveri per la volata finale.

 

5° giornata Cif9 –  23 marzo 2014 –   @ Arona 65ers:  7 –  24

locandina arona 65ers - wolverines piacenza7 –

Prima trasferta e prima vittoria fuori casa per i Wolverines Piacenza nel Campionato Italiano di football americano a 9 giocatori. I piacentini sono stati corsari ad Arona contro i locali 65ers, con il risultato di 24 a 7.

Partono subito molto forte i piacentini che  trovano subito il vantaggio nel drive di apertura, con il primo touchdown della giornata, ad opera di Emanuele Bontempi, che ottimamente coadiuvato dai compagni di attacco, trova la strada spianata verso la endzone avversaria. Risultato di 6 a 0, in quanto la trasformazione non va a buon fine. I 65ers subiscono il colpo e provano a reagire, ben arginati però dalla difesa piacentina, che manterrà inviolata la propria area di metà anche per tutto il secondo quarto. Proprio in questo quarto di gioco i piacentini non riescono a monetizzare la loro superiorità, in quanto la formazione d’attacco , a causa di falli di gioco che comportano perdita di yard e di down, viene  ben arginata dalla difesa aronese.

Nel secondo tempo inizia lo show personale di Sebastiano Anelli, il quale sarà assieme a Bontempi, il protagonista della giornata. Su una azione di corsa dei 65ers, sfugge la palla al runner avversario e Anelli è il più lesto a raccogliere il pallone e correre in touchdown per la seconda segnatura piacentina: risultato che si porta sul 12 a 0, in quanto anche questa volta la trasformazione non va a buon fine.

I 65ers reagiscono però con grande orgoglio e con alcuni lanci calibrati raggiungono la end zone dei Wolverines che viene violata su un Td pass: 12 a 7 e risultato che torna in equilibrio. Quella che poteva essere una partita condotta sui binari della tranquillità, diventa ora più ostica: Piacenza si oppone bene ai lanci del QB avversario, i cui passaggi a lunga gittata non trovano soluzione tra le mani dei propri ricevitori.

L’attacco piacentino si scrolla di dosso quel torpore che lo aveva accompagnato dopo il doppio vantaggio: con un drive vincente, riesce a varcare ancora una volta con Bontempi la linea di meta avversaria, portando il parziale sul 18 a 7. La difesa biancorossonera non vuole essere da meno e chiude l’incontro ancora con  Anelli , che capitalizza in touchdown un intercetto effettuato su un corto lancio del QB avversario. Risultato finale di 24 a 7 e secondo posto in classifica nel girone, ex aequo con i Gorillas Varese.

Nell’incontro si sono visti sprazzi di buon gioco alternati però ad alcuni momenti di mancanza di lucidità, questi ultimi derivanti dalla poca esperienza e che hanno fatto raccogliere meno di quanto si sarebbe dovuto, mantenendo in equilibrio una partita che avrebbe potuto e dovuto essere chiusa prima. Per la società “..il risultato è sicuramente un aspetto positivo della giornata, ma è necessario che vengano rivisti subito in allenamento gli errori effettuati…”

Domenica 30 i Wolverines sono attesi ad una nuova trasferta a Gallarate contro i locali GT Oratorians: kickoff alle ore 15.Nell’altra partita del girone si scontreranno la prima contro la seconda pari punti con Piacenza: un’ altra concomitante  vittoria per la formazione piacentina potrebbe garantire uno scenario non immaginato ad inizio stagione. L’appetito vien mangiando ed i Ghiottoni vogliono tenere fede al loro nickname…..

4° giornata Cif9 –  16 marzo 2014 –   Riposo Girone G

3° giornata Cif9 –  9 marzo  2014 –   Vs Gorillas Varese : 12 – 6

locandina vs. Gorillas

La prima sospirata, desiderata vittoria dei Wolverines Piacenza è finalmente arrivata, nel modo più convincente.

Orgoglio e risolutezza agonistica, sempre nei limiti della sportività, sono state le parole d’ordine dei Wolverines per tutta la partita, che hanno permesso di raccogliere i primi 2 punti contro i Gorillas Varese, dimostratasi come già si prevedeva alla vigilia una ottima formazione che ha sempre contrastato le azioni dei piacentini, cercando di fare emergere le proprie caratteristiche tecniche.

Sognata e sudata, finalmente con quel “quid” di determinazione in più che mancava alla formazione piacentina: tutto ciò domenica pomeriggio sull’erba del  “Gigi Savoia”, è stato ampiamente messo in campo. La offense ha macinato giochi di corsa e lanci, mettendo a segno un guadagno di 176 yards , lo special team ha confezionato un touchdown spettacolare, la defense ha eretto in una parte  del match, giocato peraltro a livelli altissimi, una invalicabile “linea Maginot”,  impedendo fisicamente ai varesini di varcare la linea di touchdown , quando la palla era posizionata a una yard dalla stessa linea con 4  tentativi a disposizione  degli avversari per segnare.

La partita è stata molto equilibrata, con le rispettive difese a dettare i tempi degli interventi delle offense avversarie: dopo un primo quarto di gioco senza segnature, nel secondo tempo i Gorillas passavano in vantaggio con una breve corsa , touchdown non trasformato per il vantaggio di 6 a 0.

I Wolverines rispondevano immediatamente costringendo i biancorossi avversari a rinchiudersi nelle proprie 20 yards, dalle quali uscivano con un punt : il pallone veniva raccolto  a circa metà campo da Heida, il quale sfruttando la protezione dei blocchi dei suoi compagni di special team, riportava la palla direttamente nella endzone avversaria, esibendosi in uno  slalom tra gli avversari veramente degno di nota. Anche in questo caso la trasformazione non aveva esito positivo, per il pareggio di 6 a 6.

Terzo quarto sostanzialmente a vantaggio teorico dei Gorillas, che non riuscivano però a concretizzare il predominio territoriale, grazie anche alla prova di una difesa piacentina dominante. Nel quarto periodo, i Wolverines riproponevano  il gioco basato sulle corse, macinando yard su yard, perfezionando l’azione offensiva e coronando finalmente la rincorsa, dopo il momentaneo pareggio, con il meritato vantaggio; Bontempi correva per 3 yards  in touchdown, portando il punteggio sul 12 a 6 finale,.

Esultanza legittima da parte dei Wolverines alla fine dell’incontro, consapevoli che la prova sostenuta, oltre ad essere stato un banco di prova ragguardevole, è stata la dimostrazione che il lavoro svolto fino ad ora ha pagato. Accantonati immediatamente i festeggiamenti si pensa al prossimo appuntamento del 23 marzo, ad Arona contro i locali 65ers: per i piacentini una ulteriore prova da sostenere contro una formazione che ha perso le prime due partite e che vorrà sovvertire il trend negativo.

2° giornata Cif9 –  2 marzo 2014 –   Riposo Wolverines

1° giornata Cif9 –  23 febbraio 2014 –   Vs. Hammers Lario : 8-26

LOCANDINA WOLVERINES - HAMMERS LARIO 23022014

Wolverines Piacenza sconfitti nell’incontro d’esordio del campionato nazionale di football a 9 giocatori: alla fine dell’incontro che li ha visti opposti alla formazione lariana degli Hammers, i piacentini hanno subito una inaspettata battuta d’arresto.

La formazione di casa aveva iniziato l’incontro in modo energico:  la Offense  biancorossonera, concludeva il primo drive offensivo a ridosso della end zone ospite, senza però riuscire a varcare la linea di touchdown.La Defense a propria volta costringeva gli ospiti ad un punt: il pallone  però, a causa di uno “wild snap”, oltrepassava il punter e  terminava la propria traiettoria oltre la endzone, determinando una safety, che valeva i primi 2 punti per i piacentini.

Non cambia la musica nel 2° quarto che vedeva ancora la Defense piacentina costringere al punt la formazione ospite : ritornati ancora una volta in possesso della palla, i piacentini confezionavano il drive vincente , che dopo alcune veloci azioni di corsa, permetteva finalmente a Tagliaferri di segnare il primo TD stagionale per i piacentini. Nullo risultava il tentativo di trasformazione alla mano da 2 punti,  punteggio fermo sul risultato  8-0.

Gli Hammers, sull’azione susseguente accorciavano immediatamente le distanze, con il QB Camagni che con una corsa di circa 15 yards infilava la difesa piacentina: 8-6.

La formazione piacentina, non capitalizzava in touchdown  i vari drive a disposizione, riuscendo comunque a terminare in vantaggio il primo tempo.

Completamente  differente quanto gli ospiti mettevano in mostra nel secondo tempo:  il potenziale offensivo derivante da una formazione ampiamente rodata e esperta,  provocava nei piacentini un momentaneo ma evidente “blackout”. Nulla potevano contro le corse che hanno portato gli avversari a segnare 3 touchdown nel corso della seconda parte dell’incontro, per il risultato finale di 26 a 8.

Manifesto il rimpianto in casa piacentina per l’occasione mancata,  considerando come nel primo tempo la formazione biancorossonera abbia messo in bella mostra  il lavoro effettuato nel corso di questi ultimi mesi.   Ai Wolverines verrà offerta immediatamente domenica 9 marzo  la possibilità di riscattarsi, quando saranno di scena ancora sul campo “Gigi Savoia” di via delle Novate, per affrontare la formazione dei  Gorillas Varese.

23 FEBBRAIO 2014 Ore 14.00

Wolverines:kickoff d’esordio al Cif9

1743706_10203299421754442_1782776610_n

Inizia l’avventura ufficiale per i Wolverines Piacenza.

Il conto alla rovescia è terminato: il campionato italiano di football americano a nove giocatori (Cif9 ) è ai nastri di partenza ed i Piacenza Wolverines  hanno lucidato per bene caschi e paraspalle per la partecipazione al loro primo campionato ufficiale di 3^ Divisione della Federazione Italiana di Football Americano (FIDAF) . Il Campionato ha ovviamente carattere nazionale, per cui  l’Italia è stata suddivisa da Sud a Nord e da Est a Ovest in 9 gironi: 6 composti da 4 team ognuno e altri 3 gironi da 5 team, per un totale di ben 39 squadre ai nastri di partenza. I Wolverines sono stati inseriti nel girone “G” composto da 5 team, assieme a Gorillas Varese – Hammers Lario – GTeam Gallarate – 65ERS Arona.

La “regular season” ovvero gli incontri tra le squadre dello stesso girone prenderà il via il prossimo weekend del 22/23 febbraio e avrà termine il 4 maggio; oltre tale data inizieranno i playoff con le “wild card” che termineranno il 14/15 giugno con le finali di Conference dalle quali usciranno la migliore squadra del Nord e la migliore squadra del Sud che si affronteranno il 28 giugno nella finale del Campionato. 24 formazioni andranno ai playoff , le prime 2 classificate di ogni girone e le 6 migliori terze classificate tra le 9 division.

I Coaches PierCarlo Alberici e Roberto Corvi, responsabili rispettivamente per le formazioni di attacco e di difesa, hanno messo a punto le migliori strategie per debuttare nel primo incontro che vedrà i Wolverines esordire sul terreno amico del campo rugby “Gigi Savoia” in via delle Novate,  domenica 23 febbraio, con calcio d’inizio alle ore 14 (ingresso gratuito). A questo proposito i Wolverines ringraziano l’ASD Rugby Lyons per la disponibilità del campo per gli incontri casalinghi. Gli ultimi test-match disputati tra dicembre e gennaio con Trento e Ivrea, hanno affinato quegli automatismi tipici delle azioni che verranno sviluppate nelle partite. A questo proposito Stefano Queirazza, in qualità di Presidente dei Piacenza Wolverines, riassume il pensiero della dirigenza “E’ il primo campionato a cui partecipiamo ufficialmente, fino ad ora abbiamo disputato solamente numerosi test-match. Da queste partite amichevoli si sono evidenziati notevoli progressi che ci fanno ben sperare per il futuro. Ovviamente essendo esordienti assoluti, andremo ad incontrare realtà con esperienza maturata nel corso degli anni , per cui le nostre aspettative sono di disputare un campionato dignitoso, con qualche vittoria ovviamente, senza essere troppo pretenziosi e pensare di vincere il girone dove siamo stati inseriti. Questo per i Wolverines è l’ “anno zero” attraverso il quale fare esperienza di gioco e costruire un solido futuro”.

Piacenza è diventata comunque polo d’attrazione per numerosi ragazzi di città vicine: giocatori provenienti da realtà di lunga pratica e competenza quali Bengals Brescia e Bobcats Parma, condivideranno questa esperienza piacentina, unendosi al già numeroso gruppo piacentino.

La consapevolezza che il lavoro effettuato con ragazzi giovani, benché a lungo termine, darà i risultati auspicati e fa ben sperare la società biancorossonera: più della metà dei giocatori ha meno di 22 anni.

Dopo il primo incontro,i Wolverines saranno impegnati ancora in casa il 9 marzo contro i Gorillas Varese, per poi recarsi a far visita agli Arona 65ers il 23 marzo, e ai Gallarate GTeam il 30 marzo.

Ora  gli artigli dei Wolverines sono stati affilati e sono pronti; primo appuntamento, domenica 23 febbraio ore 14  per correre in touchdown. Vi aspettiamo numerosi. Per info www.wolverines.it